Da Teulada al Nuraghe Sa Peldaia

nuraghe sa peldaia

Da Teulada al Nuraghe Sa Peldaia

Descrizione percorso

Il nuraghe di Sa Peldaia è tra i più integri tra quelli rimasti nel territorio di Teulada. La civiltà nuragica si è sviluppata in Sardegna nell’età del bronzo cioè tra il 1800 a.c. e il 230 a.c. Nel territorio di Teulada si contano circa 30 nuraghi di cui la maggior parte completamente crollati. Il percorso attraversa una zona con macchia mediterranea bassa con cespugli di lentischio, mirto e corbezzolo. Solo nella parte più alta troviamo alberi di leccio e fillirea. Si parte dalla nuova diga di Teulada e si procede su una vecchia carrareccia utilizzata nel secolo scorso per andare a Cagliari. Dopo aver percorso 5 km si arriva a Sa Mitza de sa Frazia (la sorgente del capelvenere).mappa sa peldaiaDa qui il sentiero inizia a salire di quota passando su vecchi ruderi di antichi poderi per poi arrivare su una bellissima vista sulla valle e sul nuraghe Ziu Giuanneddu. Dopo circa 8 km si arriva alla zona chiamata Muceli, da qui vediamo sull’altura a sinistra il nuraghe. Facciamo una piccola sosta poi iniziamo la ripida salita verso il nuraghe che dista circa 800 metri.Ingresso nuraghe sa peldaia

 

Il nuraghe Sa Peldaia

Dal nuraghe la vista è spettacolare, sono visibili altri nuraghi, Orbai e Ziu Giuanneddu e la vallata. Il nuraghe presenta un’entrata ancora integra. qui possiamo entrare qualche metro e possiamo scorgere due passaggi che portano verso la parte alta del nuraghe (sconsiglio di entrare all’interno per pericolo di crollo).

interno del nuraghe

 Prima di iniziare la discesa ci godiamo ancora il paesaggio e ci facciamo avvolgere dai profumi della macchia mediterranea.

Il ritorno a Teulada

Per in ritorno facciamo un sentiero diverso che, dopo qualche chilometro passa vicino al nuraghe Orbai che ritroviamo sulla sinistra. Al chilometro 11 del nostro percorso decidiamo di deviare sulla destra per passare per Monte Lapera e da qui arrivare a Teulada per una vecchia carrareccia chiamata Su Camminu Longu (il cammino lungo). La lunghezza del percorso è di circa 16 km, per la maggior parte si percorrono vecchie carrareccie con zone a bassa vegetazione, si consiglia dunque di farlo in periodi freschi per evitare l’eccessivo caldo. In diversi tratti il sentiero è pieno di sassi che rendono il percorso pericoloso. Si consiglia di attrezzarsi con scarponi da montagna e bastoncini da trekking

vista dal nuraghe sa peldaia

One Comment

  1. Simona

    Bellissimo, quando tornerò a Teulada vorrò andare a visitarlo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>